Medicina Comportamentale

Il servizio offerto della Medicina Comportamentale è a disposizione di tutti i proprietari di cani e gatti che desiderano effettuare una visita comportamentale con il proprio animale. Durante il primo incontro presso l’Ambulatorio comportamentale gli specialisti raccolgono informazioni sullo stato clinico e sul comportamento del cane o del gatto, attraverso l’utilizzo di una scheda anamnestica dettagliata. Nel contempo viene osservato attentamente il comportamento dell’animale, che (tranne in casi particolari) è lasciato libero di muoversi nell’ambulatorio per tutta la durata della visita. La durata di una prima visita comportamentale è di circa un’ora e trenta minuti, per avere la possibilità di approfondire in ogni aspetto il comportamento del paziente. Dopo il primo incontro l’andamento della terapia comportamentale viene monitorato attraverso contatti telefonici o email con i proprietari e visite di controllo (generalmente della durata di un’ora). Le visite effettuate presso l’Ambulatorio per i problemi comportamentali del cane e del gatto, sono condotte da Medici Veterinari riconosciuti Specialisti a livello Europeo in Medicina Comportamentale (Dipl. ECAWBM), specializzati in Etologia applicata e Benessere degli animali d’affezione, nonché riconosciuti dalla Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani – FNOVI- come esperti in comportamento. Per tale ragione tutti i medici del Servizio di Medicina Comportamentale hanno la qualifica per poter visitare i cani per i quali i Servizi Veterinari delle A.T.S., rilevino uno stato di rischio e la necessità di interventi terapeutici comportamentali in quanto soggetti impegnativi per la corretta gestione ai fini della tutela dell’incolumità pubblica (Ordinanza Ministeriale 13 luglio 2016). Nel momento in cui verrà effettuata la richiesta di una visita comportamentale sarà inviata a casa tramite e-mail la scheda anamnestica che i proprietari dovranno restituire compilata il giorno previsto per l’appuntamento.

FAQ

Oltre al libretto sanitario i più recenti (1 anno) esami clinici effettuati. E’ sempre richiesto e molto utile il video del comportamento lamentato.

Quando manifesta dei comportamenti inappropriati che gli creano (e creano al proprietario) disagio.

No. L’utilizzo del supporto farmacologico riguarda specifiche situazioni in cui il paziente non è in grado di rispondere alla sola modificazione comportamentale.

Il trattamento farmacologico ha una durata di qualche mese (generalmente da 3 a 6 mesi) in base al problema presentato e alla severità dei sintomi. Dopodiché, si procederà a ridurre gradatamente la dose del farmaco fino alla completa cessazione.

Perché la valutazione del linguaggio posturale dell’animale, del contesto in cui viene esibito, la durata e l’intensità con cui viene manifestato, rappresentano elementi importanti per la formulazione di una diagnosi in medicina comportamentale.

E’ sempre consigliata. In questo caso verranno fornite tutte le informazioni necessarie su cosa significa possedere un cane e un gatto, sui criteri di scelta in base alle caratteristiche dei proprietari, del contesto familiare e dell’ambiente in cui vivono.

E’ sempre consigliata. In questo caso verranno fornite tutte le informazioni necessarie su come introdurre il nuovo arrivato e come prevenire eventuali problematiche di convivenza.

Attualmente questo non è possibile. Pertanto qualora il trattamento preveda il supporto di un educatore, indirizziamo a strutture qualificate private disponibili sul territorio con le quali collaboriamo attivamente.

Il Team

Conosci il team del servizio. Professionalità ed assistenza ai più alti livelli.

Conosci lo staff medico

Contatti

Via dell'Università 6 26900 Lodi
02.50334114
comportamento.ospedaleveterinario@unimi.it