Nutrizione Clinica

Il servizio di Nutrizione Clinica è rivolto a cani e gatti la cui dieta debba essere modificata ed adeguata alle diverse condizioni fisiologiche e patologiche. Proprietari e Medici Veterinari liberi professionisti possono rivolgersi a questo servizio per avere possibili soluzioni dietetiche da adottare.

Prestazioni Il servizio di nutrizione clinica prevede razionamenti per cani e gatti sani in diverse condizioni fisiologiche (cucciolo, adulto, anziano, gravida e in lattazione, sportivo) o patologiche (obesità, diabete e altre patologie endocrine, epatopatie, urolitiasi, problematiche renali, cardiache, malattie del tratto gastroenterico, dermatopatie, reazioni avverse al cibo), usando diete industriali, casalinghe e miste.

Documenti In caso di esami clinici recenti è suggerito portarli alla visita assieme al libretto sanitario o al passaporto europeo.

Fotogallery

FAQ

Non esiste un alimento migliore, esiste la dieta migliore per quel soggetto. Ogni cane e ogni gatto sono unici, sarà il vostro medico veterinario ad aiutarvi a trovare la soluzione dietetica appropriata, che possa soddisfare tutte le esigenze specifiche.

Utilizzare solo questo criterio per valutare un alimento industriale può condurre ad errori e fraintendimenti. I nostri animali da compagnia hanno bisogno di ricevere non ingredienti ma nutrienti, i cui fabbisogni dovranno essere pienamente soddisfatti sia con la dieta industriale che con quella casalinga.

Non rilasciamo formulazioni BARF e non somministriamo ad animali ricoverati questa tipologia di dieta, perchè ad oggi non ci sono evidenze scientifiche per cui queste diete siano preferibili a quelle industriali o casalinghe cotte, adeguatamente formulate. I rischi microbiologici legati alla somministrazione possono inficiare le terapie mediche intercorrenti, specie in corso di alcune patologie.

Bisogna fare attenzione quella che è la classificazione tassonomica e quella la classificazione che considera le abitudini alimentari. Dal punto di vista tassonomico cane e gatto appartengono alla famiglia dei Carnivora (che comprende anche il panda e l'orso, che da un punto di vista alimentare sono rispettivamente vegetariano ed onnivoro). Considerando le abitudini alimentari, il gatto è un carnivoro obbligato, mentre il cane è un carnivoro adattato.

No, i cereali presenti nella dieta dei nostri animali da compagnia apportano diversi importanti nutrienti. Spesso si considera solo il loro apporto in amidi, ma questi ingredienti apportano proteine, vitamine e minerali, essenziali per il benessere di cani e gatti.

La capacità digestive di cane e gatto sono diverse. Esiste, inoltre, una differenza individuale. In particolare, il gatto presenta delle peculiarità per quanto riguarda le vie metaboliche che coinvolgono i carboidrati, quali la mancanza di amilasi salivare, la bassa attività di amilasi pancreatica ed intestinale, e di glucochinasi epatica, mancanza di attività di fruttochinasi epatica per il metabolismo zuccheri semplici. Nella specie canina, invece, studi scientifici hanno dimostrato la maggiore espressione genica e l'attività di enzimi coinvolti nella digestione degli amidi rispetto al lupo.

Il Team

Conosci il team del servizio. Professionalità ed assistenza ai più alti livelli.

Conosci lo staff medico

Contatti

Via dell'Università 6 26900 Lodi
0250334114
nutrizionepa.ospedaleveterinario@unimi.it