Oncologia

Il servizio di Oncologia è principalmente rivolto a cani e gatti ed Esotici e non convenzionali in cui ci sia un sospetto di tumore o sia già disponibile una diagnosi di tumore supportata da esami come la citologia e l’istologia. Il servizio, inoltre, si rende disponibile per fornire a proprietari e ai medici-veterinari second-opinion in merito a diagnosi, terapie e prognosi. I medici veterinari del servizio di Oncologia possono contare sulla contemporanea presenza di specialisti nelle varie branche della clinica dei piccoli animali per seguire passo-passo in modo completo, meticoloso e aggiornato il paziente oncologico dal sospetto di tumore, alla sua diagnosi, fino al suo trattamento. Con l’obiettivo di essere di supporto al paziente oncologico e alla sua famiglia nella scelta delle terapie oncologiche, il nostro servizio di oncologia può avvalersi di competenze specifiche sia per la diagnosi citologica, istologica, citofluorimetrica e molecolare offerte dal servizio di Diagnostica di Laboratorio, sia per l’ esclusione della malattia metastatica occulta offerte dal servizio di Diagnostica per Immagini e sia per la terapia chirurgica e chemioterapica.

Il servizio di Oncologia si avvale di un ambulatorio esclusivamente dedicato alla preparazione e somministrazione dei chemioterapici, affinché queste terapie siano eseguite in completa sicurezza, sia per i medici veterinari sia per il paziente, mettendo a disposizione un’esperienza ventennale impreziosita anche da numerose pubblicazioni scientifiche. La disponibilità di un proprio Pronto Soccorso H24 istruito a gestire pazienti oncologici, assicura un’assistenza continuativa durante il trattamento chemioterapico, qualora dovessero insorgere effetti collaterali che necessitino di valutazione e/o intervento medico.

Per le visite e i consulti è sempre fortemente consigliato sottoporre al chirurgo tutti gli esami diagnostici già eseguiti nei supporti digitali (radiogrammi, ecografie, TC o RM o filmati di endoscopie), nonché copia cartacea o elettronica dei relativi referti scritti (referti ecografici, TC, RM, endoscopici, esami ematologici, cardiologici ecc..).

FAQ

I chemioterapici vengono nella maggior parte dei casi forniti dal Servizio, eccetto alcuni farmaci a somministrazione orale che richiedono una somministrazione giornaliera a casa e che possono essere acquistati in farmacia previa prescrizione medico-veterinaria.

Non disponiamo ad oggi di questa tecnologia, pertanto qualora il trattamento preveda il ricorso alla radioterapia indirizziamo a strutture specializzate private disponibili sul territorio italiano.

No i chemioterapici non sono radioattivi

I cani e gatti in chemioterapia, finita la somministrazione, possono tornare a casa con il proprietario e mantenere lo stile di vita abituale. Come avviene per l’uomo, possono eliminare attraverso sangue e urina tracce di farmaco chemioterapico. Ad oggi non ci sono dati disponibili su saliva e feci, e i tempi di eliminazione variano da chemioterapico a chemioterapico.. In ogni caso una rigida osservanza delle normali regole igieniche può essere sufficiente a impedire un’esposizione da parte di proprietari e animali conviventi. Una particolare attenzione deve essere applicata nel ridurre al minimo indispensabile i contatti dei pazienti oncologici veterinari in chemioterapia con donne in stato interessante e con bambini di età inferiore ai 10 anni. Ulteriori dettagli verranno forniti in occasione del consulto.

Il costo del trattamento chemioterapico è calibrato sul singolo paziente e varia in base al peso del paziente e al protocollo utilizzato. Sarà proposto un preventivo di spesa dell’intero protocollo di chemioterapia da sottoscrivere prima del suo inizio. Il pagamento della singola somministrazione verrà richiesto il giorno dell’erogazione e qualora il paziente, per esigenze mediche o scelta del proprietario, fuoriesca dal protocollo, non è dovuto il costo delle somministrazioni non erogate.

La somministrazione di chemioterapico, escluso il tempo della visita di controllo e degli esami ematologici richiesti ha una durata variabile che è tipica di ogni singolo chemioterapico e può avere un range di 10 minuti fino ad 1 ora.

Generalmente non è richiesta, a meno che l’indole del paziente non consenta di eseguire in sicurezza la somministrazione del chemioterapico.

Le restrizioni all’ingresso nell’ambulatorio di chemioterapia sono attive solo durante la preparazione e somministrazione di chemioterapico. Queste restrizioni permangono durante la fase di somministrazione per donne in stato interessante e per ragazzi di età inferiore ai 16 anni.

L’animale sottoposto a chemioterapia deve avere una buona qualità di vita, mantenendo le proprie abitudini, pur ricevendo trattamenti che consentono di controllare la malattia neoplastica.

No, gli animali non perdono il pelo.

Il Team

Conosci il team del servizio. Professionalità ed assistenza ai più alti livelli.

Conosci lo staff medico

Contatti

Via dell'Università 6 26900 Lodi
0250334114
oncologia.ospedaleveterinario@unimi.it